E-Glossario

La terminologia delle auto elettriche dalla A alla Z spiegata in modo comprensibile

Frunk, MEB, recupero o BEV, molti nuovi termini tecnici concernenti l’elettromobilità e le auto elettriche sono importanti, tuttavia in genere difficilmente comprensibili per chi non è esperto. Il nostro glossario sulle auto elettriche dalla A alla Z offre una panoramica dei più importanti termini relativi ai veicoli elettrici, spiegati in modo semplice.

A

Un modo molto pratico di provare un’auto elettrica per un periodo prolungato è l’abbonamento auto AMAG. Attualmente l’offerta comprende dieci auto elettriche con una durata di 6, 12, 18 e 24 mesi. Le rate mensili includono tutti i costi fissi quali assicurazione, tasse, assistenza, manutenzione, vignetta autostradale e cambio pneumatici. Alle domande sull’elettromobilità tipo «L’autonomia è sufficiente per me e le mie esigenze?» o «Quanto è valida l’infrastruttura di ricarica nella mia vita quotidiana?» si può facilmente rispondere con l’abbonamento.  

Abbonamento auto elettrica

I clienti AMAG possono beneficiare di ampi servizi assistenza anche dopo l’acquisto della loro auto (elettrica). Essi comprendono interessanti offerte supplementari, una consulenza competente da parte di personale altamente qualificato, un’ampia gamma di prodotti, pezzi di ricambio di alta qualità e le migliori attrezzature da officina. La manutenzione di tutti i veicoli elettrici è garantita da personale competente e da un’infrastruttura adeguata.  

Scopri di più

La flotta di veicoli alimentati esclusivamente a energia elettrica di AMAG è in continua crescita e ogni concessionaria del marchio AMAG – VW, Audi, SEAT, ŠKODA, CUPRA, VW NF – propone diversi modelli elettrici nella propria offerta. Ad essi si aggiungono i veicoli della categoria ibridi e ibridi plug-in. Volete convertirvi all’elettromobilità?

Prenota qui un giro di prova con l’auto elettrica di tua scelta

Scaricando l’app autoSense, è possibile accedere a vari servizi elettronici intelligenti, tra cui un giornale di bordo elettronico o informazioni sul veicolo. Centrale, tuttavia, è la capacità di analizzare il proprio comportamento di guida in qualsiasi momento in modo da poter risparmiare sul consumo, adottando uno stile di guida più dolce. L’app segnala anche eventuali guasti all’auto ed è anche possibile fissare un appuntamento con il garage AMAG direttamente tramite autoSense. Nel complesso, l’app rende la mobilità più efficiente, più sicura e più conveniente. 

Scopri di più

È anche possibile inviare le proprie richieste relative all’auto elettrica comodamente via web: fissate un appuntamento online per servizio di assistenza, sinistri e giri di prova.  

Scopri di più 

L’assicurazione per l’auto elettrica è sostanzialmente strutturata come quella per un’auto classica. Tuttavia, per avere una copertura ottimale in caso di danni all’accumulatore, si raccomanda di stipulare un’assicurazione casco totale. C'è una differenza per quanto riguarda il premio – ed è una differenza apprezzabile: vari provider vendono assicurazioni per auto elettriche con uno speciale sconto per le vetture elettriche.  

Stipula un’assicurazione 

Dal lancio della serie e-tron nel 2018, la casa automobilistica tedesca ha puntato decisa sulla mobilità elettrica del futuro. Con il secondo modello e-tron, la e-tron Sportback, Audi procede su questa strada, senza trascurare il piacere e la dinamica di guida. Sono disponibili però anche i modelli elettrici Q4, la Q4 e-tron, e la e-tron GT, il modello elettrico più potente di Audi. Per quanto concerne i PHEV, Audi gioca la sua carta con la serie completa TFSI e.

Scopri i modelli Audi e-tron

Chi decide di acquistare un’auto elettrica nuova non deve scendere a compromessi sul colore, sulla dotazione del veicolo o sui cerchioni delle ruote. Configurate online il vostro modello da sogno, scegliendo tra i marchi di casa AMAG VW, Audi, SEAT, ŠKODA, CUPRA e VW Veicoli Commerciali – o prenotate un giro di prova prima.  

Scopri l’automobile elettrica 

L’autonomia indica quanti chilometri l’auto elettrica può percorrere con una carica. Il grado di autonomia reale dipende anche dallo stile di guida individuale (più dolce è la guida più estesa è l’autonomia). Il computer di bordo calcola costantemente un valore di previsione per l’autonomia rimanente sulla base dello stile di guida. L’autonomia dipende inoltre dalla temperatura esterna, dal tracciato e dalla topografia della strada da percorrere. 

B

La batteria, in quanto accumulatore di energia, è il cuore di ogni auto elettrica. Per evitare di confonderla con la batteria di avviamento, la batteria elettrica viene anche chiamata batteria di trazione o ad alto voltaggio. Essa fornisce l’energia al veicolo. In genere, nelle auto elettriche vengono installati accumulatori agli ioni di litio (consistenti di alluminio, litio, cobalto, nichel, grafite e rame), che sono sinonimo di alte prestazioni e lunga durata. Una guida meno aggressiva aiuta a prolungare la vita della batteria – evitando frequenti brusche accelerazioni o una guida prolungata a tutto gas.   

BEV è l’acronimo inglese di Battery Electric Vehicle che indica i veicoli alimentati a batteria. I veicoli BEV attingono la loro energia principalmente dalle stazioni di ricarica e la immagazzinano nella batteria. I BEV si distinguono dagli HEV (Hybrid Electric Vehicles), cioè dalle auto ibride, dai PHEV (Plug-in Hybrid Electric Vehicles) e dagli FCEV (Fuel Cell Electric Vehicles), veicoli a idrogeno. 

Scopri i modelli BEV

C

Un motore elettrico ha una struttura molto più semplice di un motore a combustione: pertanto le auto elettriche, generalmente, non hanno un vero e proprio cambio o meglio ce l’hanno, solo che è monomarcia. Il motivo: il motore elettrico attinge la sua potenza da un range di velocità di rotazione estremamente ampio ed è per questo che cambiare le marce è semplicemente inutile. Il conducente percepisce il tutto come un cambio automatico, si deve semplicemente dopo l’avvio impostare la modalità D per Drive. 

Le auto elettriche sono particolarmente adatte agli spostamenti in città. Nelle grandi città l’infrastruttura di ricarica è sufficientemente sviluppata e l’autonomia (minore rispetto ai SUV) è del tutto sufficiente per gli spostamenti in genere più brevi. Inoltre, con i modelli compatti come la VW ID.3 non si avranno mai problemi di parcheggio. Ideali sono anche gli ibridi plug-in (PHEV), come ad esempio la Golf GTE o la Leon e-Hybrid. 

Trova utilitaria

L’impatto ambientale di un’auto elettrica è tanto migliore quanto più l’elettricità proviene da fonti rinnovabili. Questo è il caso in sempre più Paesi, compresa la Svizzera: nel nostro Paese un’auto elettrica è ancora responsabile di 30 tonnellate di emissioni di gas a effetto serra. A confronto: un’auto a benzina, dalla produzione fino allo smaltimento, emette più del doppio delle emissioni. Con le auto elettriche, poi, l’elettrosmog non è un problema: non ci sono radiazioni elettromagnetiche misurabili dall’esterno.  

Chi viaggia con l’elettrico risparmia anche sul «carburante». La corrente è decisamente più conveniente della benzina: Per un tragitto di 100 chilometri il costo della corrente elettrica va dai 4 ai 5 franchi circa, mentre con la benzina si arriva in fretta a 10 fino a 12 franchi.  

Acquista stazione di ricarica domestica

Le auto elettriche si differenziano enormemente dai veicoli a benzina in termini di coppia. Con un numero massimo di 15’000 giri al minuto, il motore elettrico ha una velocità di rotazione tre volte superiore a quella di un motore a combustione interna. Motivo: sin dalla partenza, il motore elettrico ha tutta la coppia disponibile su un lungo intervallo di regime di rotazione, motivo per cui un cambio a trasmissione fissa – o in altre parole, una marcia – è sufficiente.  

La casa automobilistica spagnola CUPRA ha confermato il lancio di un nuovo modello completamente elettrico nel 2021. Strepitosa, la CUPRA Born dimostra che le auto elettriche possono essere sportive e al tempo stesso perfettamente adatte all’uso quotidiano con la loro autonomia di 420 chilometri. Sono disponibili anche i modelli ibridi plug-in Leon e Formentor.  

Scopri i modelli CUPRA

D

La sigla AC/DC, che molti conosceranno per via dell’omonimo gruppo rock, significa Alternate Current e Direct Current, in italiano corrente alternata e corrente continua. Nel caso delle auto elettriche, la corrente continua (DC) è importante: l’energia immagazzinata nelle batterie è disponibile sotto forma di corrente continua. Poiché però dalla presa di corrente esce corrente alternata, per l’auto elettrica deve essere convertita. Con la wallbox ciò avviene a casa, tramite il convertitore AC/DC installato nell’auto, nel caso della stazione di ricarica pubblica, invece, tramite l’apposita colonnina di ricarica. Per quanto concerne le spine, il tipo 2 per la ricarica AC e la spina CCS per la ricarica DC sono gli standard europei. 

E

Questo termine indica il processo di conversione degli attuali sistemi di propulsione convenzionali, come quelli a benzina e diesel, a sistemi di propulsione elettrica a batteria. La completa elettrificazione del sistema di trasporto passeggeri in Svizzera richiederebbe un 20-25 per cento in più rispetto al consumo attuale di elettricità. Tuttavia, ci vorrà probabilmente ancora del tempo prima che si raggiunga l’elettrificazione totale: Uno studio della società di consulenza Ernst Basler + Partner (EBP) ipotizza che circa il 60 per cento dell’elettrificazione del sistema di trasporto passeggeri potrà essere raggiunto entro il 2040. 

Il SUV elettrico di ŠKODA prende il nome dal termine irlandese Enya che in celtico antico significa «fonte di vita». Il suo aspetto ricorda la ŠKODA Kodiaq, tecnicamente è disponibile in tre diverse capacità di batteria, 52, 58 e 77 kWh, che consentono di arrivare fino a 520 chilometri di autonomia. 

Scopri ENYAQ iV

Detail

I modelli elettrici di Audi sono raggruppati sotto e-tron. Il SUV completamente elettrico di Audi è disponibile anche nelle varianti e-tron Sportback, e-tron S, e-tron S Sportback, e-tron GT, RS e-tron GT, così come Q4 e-tron e Q4 Sportback e-tron.   

Scopri di più

F

Per le famiglie con bambini AMAG offre un’intera gamma di auto elettriche estremamente pratiche nella quotidianità e spaziose, oltre che con una lunga autonomia ideale per escursioni e vacanze – dalla Audi e-tron alla VW ID.4 e la ŠKODA ENYAQ iV. Con quale SUV elettrico volete fare un giro di prova? 

Scopri l’auto elettrica familiare

Per chi desidera guidare l’ultimo modello di auto elettrica, avere sicurezza di pianificazione e rimanere indipendente a lungo termine, AMAG Leasing rappresenta la scelta migliore. Voi scegliete il vostro modello preferito, AMAG si occupa delle formalità. Con l’offerta LeasingPlus approfittate inoltre di un pacchetto «senza pensieri», tutto incluso e tutto da un unico fornitore, con il quale non dovrete temere né rischi né costi imprevisti. Alla scadenza del termine, basterà semplicemente riconsegnare l’auto e altrettanto semplicemente scegliere un nuovo modello elettrico. 

Scopri di più

Anche per le aziende i veicoli elettrici stanno diventando sempre più interessanti: nel momento in cui il raggio di guida, che l’auto dovrà percorrere, coincide con l’autonomia dell’auto elettrica, la conversione vale la pena. La premessa più importante è la presenza di un’infrastruttura di ricarica in azienda o presso il domicilio del collaboratore. I vantaggi dell’elettromobilità: si risparmia sui costi operativi e i costi di acquisto vengono ammortizzati rapidamente. Anche i costi di mantenimento delle auto elettriche sono significativamente inferiori a quelli dei motori a combustione. Infine, in molte zone, le aziende che si affidano alla mobilità elettrica ricevono sovvenzioni. 

Scopri di più

Le basse temperature invernali hanno un impatto sulle auto elettriche. Consumano più energia quando fa freddo perché l’abitacolo, i finestrini, i sedili e il volante nonché la batteria stessa devono essere riscaldati con l’energia elettrica della batteria di trazione. Ne consegue che l’autonomia si riduce del 10-30 per cento. Bisogna tenerne conto quando si pianifica un percorso. Nella stagione fredda può entrare in funzione anche la pompa di calore che fa parte dell’equipaggiamento di molte auto elettriche. Essa fa in modo che l’accumulatore sia alimentato con una temperatura sufficientemente alta. 

Il termine frunk, che deriva dalla combinazione delle due parole inglesi front (davanti) e trunk (bagagliaio), indica il bagagliaio anteriore della macchina. Nel vano del cofano, dove solitamente è alloggiato il motore delle auto a combustione, nelle auto elettriche c’è spazio, perché il propulsore e la relativa tecnologia sono più piccoli o si trovano nella parte posteriore dell’auto. Tuttavia non tutte le auto elettriche hanno automaticamente un frunk.  

Gli esperti concordano: la mobilità del futuro è l’elettromobilità. La tecnologia e l’infrastruttura di ricarica continueranno a migliorare e la produzione di auto elettriche e di batterie è destinata a diventare sempre più sostenibile. E con l’aumento del numero di unità e l’ulteriore sviluppo tecnologico dei veicoli, anche i costi diminuiranno significativamente: secondo le previsioni dovrebbero dimezzarsi entro il 2035.

G

Il termine Gran Turismo o abbreviato GT si riferisce alle comode auto sportive come quelle offerte da diverse case automobilistiche. Audi ha sviluppato appositamente la e-tron Gran Turismo per la Formula E che si basa sull’omonimo modello del popolare gioco per la Playstation. Dell’universo AMAG fanno parte anche l’Audi RS e-tron GT e l’Audi e-tron GT quattro. 

Acquista online i modelli Audi GT

I

A differenza delle altre versioni ibride, i veicoli ibridi plug-in (PHEV) possono essere ricaricati collegandoli a una presa di corrente (in inglese plug). Non appena la batteria è esausta, dopo una percorrenza di circa 30-80 chilometri, l’auto continua a viaggiare attivando il normale motore a combustione. Una ibrida plug-in può funzionare in modalità completamente elettrica ed è pertanto considerata un’auto elettrica. Il vantaggio dei PHEV rispetto ai BEV è la maggiore autonomia.   

Scopri i ibridi plug-in 

Le auto elettriche ID.3 e ID.4 sono il fiore all’occhiello di Volkswagen. La ID.3 è disponibile in tre diverse capacità di batteria (45, 58 e 77 kWh) e con la versione più grande raggiunge una sorprendente autonomia di 550 chilometri.  

Scopri la VW ID.3

La sorella maggiore della ID.3, la ID.4, ispirata alla VW Tiguan, ha conquistato subito gli esperti ed è stata persino votata «World Car of the Year 2021» da una giuria di esperti. Il potente SUV elettrico raggiunge un’autonomia che va dai 360 ai 520 chilometri secondo la versione. 

Scopri la VW ID.4 

AMAG è fortemente impegnata nel settore dell’elettromobilità e si adopera in modo particolare per promuovere il passaggio verso un mezzo di trasporto elettrico sostenibile. L’obiettivo di AMAG è quello di diventare un fornitore leader di mobilità individuale sostenibile.    

Scopri di più

J

Il joule è l’unità di misura dell’energia, dal nome del fisico britannico James Prescott Joule (1818−1889). Ci vuole circa un joule per sollevare di 10 cm una massa di 1 chilogrammo sulla terra. L’unità di potenza watt può essere derivata dall’unità di energia joule: il watt (W) è l’unità di misura della potenza elettrica. La potenza di ricarica di un veicolo elettrico è specificata in kilowatt (kW). La capacità della batteria di un veicolo elettrico viene calcolata in kilowattora (kWh).  

M

In una prospettiva a lungo termine chi guida un’auto elettrica può risparmiare sui servizi di assistenza e manutenzione.  La ragione è che un motore elettrico contiene molte meno parti suscettibili di usura e danneggiamento rispetto a un motore a combustione interna. Nel complesso, i costi di mantenimento sono inferiori di circa un terzo, secondo uno studio condotto dall’Istituto dell’industria automobilistica tedesca (IFA). La manutenzione annuale del motore elettrico, del caricatore di bordo, della batteria e dell’invertitore eseguita da un meccatronico specializzato è tuttavia essenziale per garantire la sicurezza e il mantenimento del valore del veicolo.  

Scopri di più 

La MEB (dal tedesco Modularer E-Antriebs-Baukasten, "Piattaforma di elettrificazione modulare") è una piattaforma unitaria progettata dal gruppo Volkswagen specificamente per le auto elettriche. Funge da base per tutti i modelli elettrici, dall’utilitaria al monovolume. L’obiettivo è quello di ottenere più spazio, più comfort, più autonomia. Con la MEB, VW applica il cosiddetto principio skateboard alle sue auto. 

Scopri di più

O

Se volete osare il passo verso la mobilità elettrica con un modello usato: alla AMAG potrete approfittare della più grande selezione di modelli di seconda mano in Svizzera e scegliere online l’auto dei vostri sogni – o fissare un appuntamento per un giro di prova gratuito.  

Acquista un'auto elettrica d’occasione

P

Le auto elettriche possono essere anche molto sportive. Volkswagen lancia ad esempio la VW ID.4 GTX, la sua prima versione Performance totalmente elettrica – la GTX corrisponde alla GTI dei modelli a benzina e in futuro è destinata a diventare il segno distintivo della famiglia dei modelli Performance di Volkswagen. Un paio di dati: la ID.4 GTX accelera da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi, ha 299 CV di potenza ed è in grado di percorre 480 chilometri con una sola carica di batteria. 

Scopri il modello VW ID.4 GTX

La potenza di ricarica indica la potenza elettrica in kilowatt (kW) con cui viene caricata la batteria di trazione. Esempio: se l’auto elettrica viene collegata per due ore al caricatore domestico con una potenza di 22 kW, si ha un totale di 44 kilowattora. 

Nella disposizione dei singoli componenti dell’auto elettrica si è affermato il «principio dello skateboard»: La batteria è alloggiata tra gli assi nel sottoscocca, il motore elettrico e l’elettronica sono collocati sull’asse posteriore e/o anteriore. Il tutto si traduce in un baricentro basso, ma ciò consente di sfruttare meglio lo spazio rispetto a quanto non avvenga con i motori a combustione. 

Le auto elettriche sono azionate dal motore elettrico. L’energia elettrica della batteria viene convertita in energia meccanica generando campi magnetici. I campi magnetici si attraggono o si respingono, generando così l’energia che alimenta l’auto elettrica. 

Per propulsione ibrida si intende l’accoppiamento di due sistemi di propulsione, il motore a combustione abbinato al motore elettrico. Funzionano autonomamente o in combinazione. Il grado di elettrificazione è indicato dalle aggiunte mild, full e plug-in. Con il cavo di ricarica è possibile caricare solo i veicoli a propulsione ibrida plug-in. Nei classici ibridi è il motore a combustione ad avere la funzione di ricaricare la batteria.  

Scopri i modelli ibridi 

Q

2021 sarà lanciata l’Audi Q4 e-tron, la prima Audi basata sulla piattaforma MEB di VW, il sistema modulare e-drive progettato specificamente per le auto elettriche. Avrà un’autonomia fino a 520 km. 

Scopri la Q4 e-tron

R

Recupero, significa che l’energia può essere rigenerata. Quando l’auto frena, il motore elettrico diventa un generatore di energia elettrica e l’energia recuperata viene di nuovo immagazzinata nella batteria. Ciò comporta anche una minore usura dei freni. 

Le cosiddette wallbox che possono essere installate alla parete nel garage di casa garantiscono una ricarica fino a 22 kW e dunque una potenza superiore a quella offerta dalle comuni prese domestiche che arrivano fino a 3,7 kW al massimo. Queste ultime non sono consigliabili per la ricarica delle auto elettriche. Il tempo di ricarica alla wallbox va da 2 a 6 ore. Per quanto concerne l’efficienza energetica si consiglia una stazione di ricarica «smart», come quelle offerte da AMAG che, grazie al collegamento a un impianto fotovoltaico, permette una ricarica senza emissioni.  

Acquista stazione di ricarica domestica

Con il riciclaggio delle batterie di auto elettriche scartate è possibile recuperare fino al 95 per cento dei materiali funzionali rilevanti: cobalto, litio, alluminio e rame. Un’ulteriore possibilità consiste nel mandare in «pensione» la batteria esausta, usandola per le cosiddette applicazioni «second life», ad esempio in un sistema di storage stazionario a casa.  

Anche se le auto elettriche hanno componenti che sono meno suscettibili all’invecchiamento, si possono sempre verificare piccoli danni, ed è per questo che una regolare manutenzione è essenziale. I danni possono riguardare ad esempio gli accumulatori, a causa dell’usura delle singole celle. Questi danni, tuttavia, possono essere riparati abbastanza facilmente facendo sostituire il modulo interessato da un professionista. Gli accumulatori devono essere sostituiti integralmente dopo circa otto-quindici anni. 

Scopri di più

S

La casa automobilistica spagnola punta sui modelli ibridi plug-in (PHEV). In particolare, al centro dell'attenzione ci sono la Leon e-Hybrid e la Leon Sportstourer e-Hybrid. SEAT prevede anche la produzione di una nuova auto elettrica a partire dal 2025, come annunciato dall’azienda stessa. Il modello elettrico Born della filiale SEAT CUPRA è già disponibile. 

Scopri i modelli SEAT

Oltre ai normali servizi post-vendita, AMAG garantisce anche la corretta manutenzione dei veicoli elettrici grazie ai suoi competenti collaboratori e a un’adeguata infrastruttura. In aggiunta, viene offerto anche un servizio di assistenza specifico per le Tesla. 

Scopri di più

Le auto elettriche possono essere considerate sicure: di regola l’accumulatore è alloggiato all’interno di un robusto telaio in acciaio o alluminio integrato nel sottoscocca, in modo tale che la batteria rimanga illesa anche nel caso di un’eventuale violenta collisione. Ad oggi non vi sono prove che le auto elettriche brucino più velocemente dei veicoli diesel o a benzina. Nelle auto elettriche, inoltre, il pericolo di ribaltamento è minimizzato grazie alla progettazione del sistema elettrico: Grazie al peso elevato della batteria e del corpo protettivo, il baricentro è più basso rispetto a quello delle autovetture tradizionali. In caso di collisione inoltre il collegamento del cavo ad alta tensione tra il propulsore elettrico e il pacco batterie viene tempestivamente scollegato. 

Con la ŠKODA ENYAQ iV un altro modello di SUV elettrico va ad arricchire la flotta di AMAG, che fa un ulteriore passo avanti in termini di mobilità elettrica: entro il 2025 sono attesi molti altri modelli. Nella categoria PHEV, ŠKODA offre i modelli OCTAVIA iV e SUPERB iV. 

Scopri il modello elettrico ŠKODA

Uno studio del Ministero federale dell’ambiente in Germania ha rilevato sulla base delle emissioni di gas serra che le auto elettriche sono già oggi più sostenibili rispetto alle tradizionali auto a combustione. L’ecocompatibilità dei modelli elettrici è potenziata se per la ricarica si usa energia rinnovabile, ad esempio l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici. Anche i volumi di produzione più alti possono contribuire a migliorare ulteriormente l'efficienza e quindi l’ecobilancio dei veicoli. 

Sono le stazioni di servizio della generazione E: stazioni di ricarica in luoghi accessibili al pubblico. Attualmente, tuttavia, solo circa il 20 per cento delle ricariche avviene tramite queste apposite colonnine, il resto a casa. In Svizzera le wallbox sono più diffuse delle stazioni di ricarica (rapida) DC perché sono più economiche da produrre e manutenere. L’infrastruttura pubblica viene comunque costantemente potenziata. Potrete trovare le colonnine di ricarica presenti nella vostra regione in Internet su Trova stazione di ricarica. AMAG investe in misura consistente in una propria infrastruttura di ricarica interna: le strutture di ricarica sono presenti in tutte le sedi e in dodici sedi sono disponibili caricatori rapidi da 50 kW.   

Acquista stazione di ricarica domestica

Ricarica domestica o pubblica? La questione della strategia di ricarica è in prima linea una questione di infrastruttura: nel mio isolato ci sono wallbox? Dove si trova la prossima stazione di ricarica? I tempi di ricarica, inoltre, variano secondo il luogo in cui si effettua la ricarica. La ricarica domestica può essere fatta durante la notte, si parla in questo caso di ricarica lenta. Ciò preserva la batteria e il portafoglio. La ricarica rapida, come è possibile nelle potenti stazioni di ricarica pubbliche, richiede solo quindici minuti, ma costa anche proporzionalmente di più. Si parla di smart charging (ricarica intelligente), invece, se la ricarica dei veicoli elettrici viene effettuata quando le tariffe sono più convenienti.   

Acquista stazione di ricarica domestica

AMAG offre diversi modelli di SUV elettrici ad alte prestazioni. VW propone nella sua gamma l’ID.4 (autonomia fino a 520 chilometri). Audi punta sulla e-tron (550 chilometri) e ŠKODA propone la ENYAQ iV (520 chilometri). I modelli SUV sono disponibili anche nei segmenti ibrido e ibrido plug-in. 

Giro di prova con SUV elettrico

T

Per promuovere l’elettromobilità, in Svizzera i veicoli interamente elettrici sono esentati dalla tassa d’importazione. In alcuni cantoni si applica anche uno sconto fiscale per i veicoli ibridi. Per sapere quali sono le norme in vigore in un determinato cantone, potrete consultare il sito web del vostro ufficio della circolazione stradale. 

Per quanto concerne la temperatura, la batteria di un'auto elettrica deve superare due sfide. In inverno infatti essa risente del freddo, mentre in estate, le alte temperature hanno un impatto negativo sulla batteria, in quanto potrebbero verificarsi danni dovuti alla dissoluzione dei legami chimici. La batteria deve pertanto essere raffreddata. Un sistema di gestione termica assicura che la temperatura della batteria sia sempre mantenuta entro l’intervallo ideale di 15-35 gradi. La situazione diventerebbe critica solo a una temperatura della batteria di circa 130 gradi perché potrebbe provocare cortocircuiti e reazioni chimiche nonché incendi. 

V

Andare in vacanza con un’auto elettrica non è affatto un problema. In primo luogo, l’autonomia di molti modelli è già così ampia che le destinazioni di vacanza più vicine come il Tirolo, l’Alto Adige o la Baviera possono essere raggiunte facilmente senza bisogno di ricaricare. Per i luoghi più lontani la ricarica è necessaria, ma questo non è un problema soprattutto in Austria, Germania e Francia, dove può essere effettuata nelle stazioni di servizio autostradali. In Italia il numero delle stazioni di ricarica è un po’ esiguo, per cui è necessaria un’accurata pianificazione del viaggio. Ma per questo esistono strumenti come ABRP o PUMP. Nei modelli ID di VW il pianificatore di percorso è integrato direttamente nell’auto: esso calcola le soste necessarie per la ricarica in caso di lunghi viaggi. 

Volkswagen promuove l’elettromobilità da molti anni: Entro il 2030 la casa automobilistica ha in programma una quota del 70 per cento di modelli interamente elettrici. Già ora offre una vasta gamma di modelli elettrici per veicoli privati e commerciali. Tra questi si annoverano quelli della famiglia ID, che comprende l’ID.3, l’ID.4 e presto l’ID.5 – oltre a vari veicoli concept come l’ID.Buzz, la versione elettrica del famoso Bulli. Per quanto concerne i veicoli commerciali VW, troviamo l’e-Crafter e l’ABT e-Transporter 6.1. Nella sua gamma Volkswagen offre anche i modelli ibridi plug-in: Golf GTE, Passat GTE Variant, Tiguan eHybrid, Touareg eHybrid e Arteon Shooting Brake eHybrid. 

Scopri i modelli VW

W

La maggior parte delle stazioni di ricarica vengono attivate tramite app e apposite carte di ricarica. Alcune sono gratuite, altre possono essere pagate direttamente con carta di credito. VW propone l’offerta «We Charge». Ciò significa che in Svizzera possono essere attivati più di 6000 punti di ricarica (AC) e più di 500 caricatori veloci (DC). Con la We Connect ID. App è possibile visualizzare i processi di ricarica, lo stesso vale per le tariffe. 

Scopri di più

Dal 1° settembre 2017 i valori di consumo per le automobili nuove vengono determinati secondo la procedura WLTP, la «Worldwide Harmonized Light-Duty Vehicles Test Procedure». Per quanto concerne le auto elettriche, essa viene utilizzata per determinare l’autonomia. Rispetto al precedente standard NEDC, la nuova procedura prevede condizioni di test più rigide e più vicine alla realtà. Nella WLTP, ad esempio, la distanza di prova simulata è più lunga e la velocità del veicolo più elevata.  

X

Il termine crossover significa «incrocio» e si è affermato nel mondo dell’industria automobilistica per i modelli che non possono essere attribuiti a una categoria specifica. Sono definiti crossover i SUV più piccoli e più compatti, ad esempio.  

Y

La Model Y è la nuova nata in casa Tesla. AMAG è il maggiore partner certificato Tesla in Svizzera: solo un tecnico qualificato, formato da Tesla, può effettuare la riparazione dei danni alla carrozzeria di una Tesla. Inoltre, è necessaria un’infrastruttura specifica per il maneggio dell’alluminio e dei veicoli ad alto voltaggio, compresi i relativi attrezzi specifici. Solo aziende selezionate sono in grado di soddisfare gli elevati standard, AMAG è una di queste.  

Servizio di riparazione Tesla

Z

I millennial sono la prima «vera» generazione delle auto elettriche e crescono praticamente con l’elettromobilità. Gli studi hanno rivelato che la maggioranza in questa generazione preferisce effettivamente i BEV. I millennial sono anche i primi che possono prendere la patente di guida direttamente su un’auto elettrica. Nel nostro Paese le relative offerte stanno gradualmente prendendo piede.  

Giro di prova con un'auto elettrica

Scopra i nostri veicoli elettrici e ibridi

Collegamento diretto per
Appuntamento Giro di prova Vendere un'auto

Servizi

Chiudere