Modelli elettrici

Vacanze in famiglia senza pensieri con l’auto elettrica

Modelli e autonomia delle e-car sempre migliori, e un’infrastruttura di ricarica in continua espansione in Europa, consentono di partire per le vacanze senza stress con l’auto elettrica insieme a tutta la famiglia. Ti mostriamo come raggiungere comodamente la tua destinazione.
ID.4

 

La domanda più importante prima delle vacanze è probabilmente la stessa sia per le famiglie che hanno un’auto termica che elettrica: c’è abbastanza spazio per tutto? Da ingombranti seggiolini e carrozzine, a vestiti, giocattoli, costumi da bagno o pannolini e attrezzatura per la pappa, ogni genere di armamentario deve essere riposto nell’auto di famiglia senza che i passeggeri si sentano soffocare.

La buona notizia per chi guida un’auto elettrica: lo spazio è più che sufficiente, soprattutto nel vano passeggeri. Dato che la batteria si trova nel sottoscocca del veicolo e il motore elettrico compatto sull’asse anteriore e/o posteriore, lo spazio nell’auto può essere sfruttato al meglio. Ciò significa che i passeggeri hanno più spazio per le gambe, cosa che aumenta il comfort e riduce al minimo il rischio che i bambini si lamentino durante i viaggi lunghi.

I veicoli a batteria (BEV) hanno spazio sufficiente anche per molti bagagli. Le auto familiari AMAG a trazione elettrica – il SUV VW ID.4, il SUV Audi e-tron e il SUV ŠKODA ENYAQ iV – sono tutte dotate di bagagliai con un volume superiore a 540 litri, che generalmente è sufficiente per accomodare i bagagli di una famiglia media, carrozzina inclusa. Inoltre, in tutto l’abitacolo sono presenti diversi vani portaoggetti spaziosi per bagagli piccoli o cose necessarie durante il viaggio – come snack, bevande o device per l’intrattenimento.

A proposito: anche l’intrattenimento non manca a bordo dei SUV elettrici di AMAG, che offrono tutti ampi servizi di informazione e intrattenimento. Che si tratti di schermi per i sedili posteriori o di connessioni USB o WLAN per smartphone e tablet, non mancano cose da fare per i bambini, come videogiochi, film o musica. E se la batteria del cellulare dovesse scaricarsi: sulla ŠKODA ENYAQ iV, per esempio, i passeggeri posteriori hanno a disposizione due porte USB-C e una presa da 230 V. 

Oltre a tutta l’elettronica, anche i giochi da viaggio tradizionali come «Vedo qualcosa che tu non vedi» sono un’ottima opzione quando si viaggia su auto elettriche: grazie alla guida silenziosa, anche in autostrada l’abitacolo del veicolo è molto meno rumoroso rispetto a quello delle auto con motore termico. 

L’autonomia cresce, le app aiutano a trovare le stazioni di ricarica

Spazio sufficiente, quasi nessun rumore: viaggiare su un’auto elettrica è estremamente rilassante. E comunque il conducente può rilassarsi anche su questioni presumibilmente stressanti come l’autonomia e la ricarica. Negli ultimi anni sono successe moltissime cose in questo settore. L’infrastruttura di ricarica viene continuamente ampliata in tutta Europa, e l’autonomia dei modelli a propulsione elettrica migliora costantemente. Per esempio, tutte le auto familiari AMAG hanno un’autonomia di oltre 400 chilometri, il che rende possibili i fine settimana in montagna e in Ticino, ma anche viaggi nelle regioni di vacanza circostanti come la Baviera, l’Alto Adige o la Borgogna, addirittura senza ricaricare. 

 

 

Ma non c’è bisogno di preoccuparsi neppure per altri tipi di viaggi, come in Toscana, nel sud della Francia o in Spagna, che richiedono pause di ricarica: utili tool ti aiutano a pianificare il percorso e le soste di ricarica appropriate, compresi i pianificatori di percorso ABRP o PUMP. Diverse case automobilistiche offrono anche le proprie app: i guidatori Audi, per esempio, possono beneficiare del pratico e-tron Charging Service, che fornisce l’accesso a 220’000 stazioni di ricarica in 16 Paesi europei. VW propone qualcosa di simile con l’app We Charge e ŠKODA con il Powerpass. Un ulteriore vantaggio di queste app: consentono anche di pagare direttamente il «pieno» elettrico.

Tutti i vantaggi della rete di ricarica veloce

Fondamentalmente, per caricare vale la regola del 20/80: non scendere sotto il 20 per cento di autonomia residua e non caricare più dell’80 per cento, in questo modo si estende la vita della batteria – proprio come con gli smartphone. Suggerimento: perché non combinare la sosta per la ricarica con una pausa toilette o pranzo? Nelle stazioni di ricarica rapida come quelle gestite dalla rete IONITY la batteria impiega circa solo mezz’ora per «riempirsi» – tutte le app di ricarica delle marche AMAG sono collegate a IONITY. Le relative stazioni di ricarica si trovano, tra l’altro, lungo le principali arterie di traffico in Germania, sulla strada per il sud della Francia e anche sulla via per il mare Adriatico. Solo in Spagna le opportunità sono ancora un po’ limitate. 

Presso le località di vacanza, le stazioni di ricarica si trovano spesso negli hotel e nei campeggi. Importante: per andare sul sicuro, porta con te diverse spine di ricarica in modo da poter caricare in più stazioni possibili. Per potenze di ricarica fino a 22kW, generalmente si usa la spina di tipo 2; per la ricarica con 50kW e più, si usa la spina CCS Combo o CHAdeMO.

 

Le auto elettriche sono sicure

Per chi si è convinto per quanto riguarda spazio, autonomia e infrastruttura di ricarica, ma è ancora scettico quando si tratta di sicurezza: anche su questo punto, chi guida un’auto elettrica non ha motivo di preoccuparsi. Le auto elettriche possono essere considerate sicure in quanto di regola l’accumulatore è alloggiato all’interno di un robusto telaio in acciaio o alluminio integrato nel sottoscocca, in modo tale che la batteria rimanga integra anche nel caso di una collisione violenta. Ad oggi non vi sono prove che le auto elettriche brucino più velocemente dei veicoli diesel o a benzina. In caso di collisione inoltre il collegamento del cavo ad alta tensione tra il propulsore elettrico e il pacco batterie viene tempestivamente scollegato.

Conclusione: le vacanze in famiglia con un’auto elettrica sono rilassate, sicure e assolutamente non stressanti. 

Giro di prova con un'auto elettrica

Scopra i nostri veicoli elettrici e ibridi